Normative Agriturismo Piemonte - Agriturismo Agriturismi Normative e Itinerari di Viaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

La regione Piemonte


La legge che regola l'attività agrituristica della regione Piemonte è la legge regionale n.38 del 23 marzo 199
5.

L’imprenditore agrituristico deve richiedere l’autorizzazione comunale
, allegando alla domanda:

-Generalità del richiedente;
-Attività che si vogliono svolgere;
-Caratteristiche e dimensioni dell’azienda agricola;
-Edifici e aree da adibire a uso agrituristico;
-Capacità ricettiva e servizi igienici;
-Servizi accessori offerti;
-Periodi d’esercizio e tariffe;
-Iscrizione all’elenco degli abilitati all’esercizio dell’attività agrituristica;
-Copia del libretto sanitario di ogni persona che esercita l’attività.

Il Comune si occupa anche di accertare la presenza di tutti i requisiti necessari per l’iscrizione. Approvata l’iscrizione, il Comune comunica alla Provincia e la provincia, annualmente, alla Regione.

Ogni regione ha poi caratteristiche diverse. Riguardo la regione Piemonte
, ad esempio:

-gli ospiti non possono essere superiori a 25 e i pasti non possono superare i 60 coperti. Eccezione è rappresentata da scolaresche in visita all’azienda agrituristica, per le quali si possono utilizzare camerate a più letti e sovrapporre a ciascun letto base un altro letto.
Negli spazi aperti, non si possono superare tre tende o caravan.

Il prezzo delle camere deve includere:

-Pulizia dei locali ad ogni cambio di cliente e almeno una volta a settimana;
-Cambio della biancheria a ogni cambio di cliente e almeno una volta a settimana;
-Fornitura di energia elettrica, acqua, riscaldamento;
-Un wc ogni 10 persone, un bagno o doccia ogni 12 persone, un lavabo ogni 6 persone.


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu