Normative Agriturismo Lombardia - Agriturismo Agriturismi Normative e Itinerari di Viaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

La regione Lombardia


La legge che regola l'attività agrituristica della regione Lombardia è la legge regionale n.31 del 5 dicembre 2008, alla quale va associato il regolamento regionale di attuazione 4/2008.

Il gestore di un'attività agrituristica deve possedere un Certificato di abilitazione
, che viene rilasciato dalla Provincia di riferimento a chi abbia frequentato il corso di formazione e preparazione all’esercizio dell’attività agrituristica.
Il corso di formazione ha una durata di 40 ore e prevede l'obbligo di frequenza di almeno il 75% delle ore previste. Tra le materie del corso vanno ricordate metodi e procedure per la preparazione e somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, elementi di tradizione enogastronomica locale, norme regolamentari, fiscalità e contabilità dell’azienda agrituristica, attività agricola, territorio, ambiente, turismo e marketing territoriale.
Il Certificato di abilitazione non basta, poichè al titolare è richiesto anche il Certificato di connessione
dell’attività agrituristica con quella agricola, certificatoche viene rilasciato dalla provincia in cui si svolge l’attività agricola.

La richiesta
deve contenere:

-Dettaglio della tipologia e dei servizi offerti;
-Dimostrazione della prevalenza del lavoro agricolo su quello agrituristico;
-Specificazione della produzione agroalimentare da destinare all’attività di somministrazione di pasti e bevande;
-Identificazione catastale dei fabbricati, destinazione urbanistica e rappresentazione grafica;
-Relazione descrittiva dell’attività programmata.

Il certificato di abilitazione permette l’iscrizione all’elenco provinciale degli operatori agrituristici e la consecutiva Dichiarazione di Avvio Attività
(DAA) al comune di riferimento.

La DAA contiene una serie di informazioni, come la descrizione dettagliata delle attività proposte, le indicazioni delle caratteristiche aziendali, dell’attività e delle aree adibite a uso agrituristico, della capacità ricettiva, dei periodi di esercizio dell’attività e delle tariffe.

Gli allegati della DAA
sono:

-certificato di connessione attività agrituristica e agricola;
-certificato di iscrizione all’elenco degli operatori agrituristici;
-procedura di registrazione dei prodotti alimentari e in materia di attività sanitarie e socio-sanitarie;
-autocertificazione dei requisiti soggettivi (cfr art 6 comma 1 legge nazionale 96/2006).

La DAA permette l’avvio immediato dell’attività agrituristica.

In Lombardia ci sono due tipologie di agriturismi
:

-agriturismi in forma familiare
, per i quali è prevista l'ospitalità per massimo 10 persone, sia internamente che in spazi aperti, preparazione e somministrazione di
pasti e bevande in fabbricati aziendali per massimo 40 pasti al giorno;

-agriturismi in forma aziendale
, per i quali l'alloggio, sia interno che esterno, è previsto per massimo 60 ospiti al giorno, mentre i pasti sono massimo 160.


Ogni regione ha poi caratteristiche diverse. Riguardo la regione Lombardia
, ad esempio:

-sono incluse nelle attività agrituristiche anche quelle di ittoturismo, agri-turistico-venatori e mirate alla cura e alla salute del corpo;
-il livello qualificativo degli agriturismi lombardi è il quadrifoglio (da 1 a 3);
-devono essere obbligatoriamente esposte ai clienti le informazioni riguardanti la provenienza dei prodotti offerti ;
-possono essere adibite ad attività agrituristiche solo strutture pre-esistenti e le modifiche possono avvenire solo previa deroga comunale;
-le strutture ricettive con camere devono prevedere servizi igienici a uso esclusivo o comunque un bagno ogni 6 posti letto, garantire pulizia dei locali e cambio;
della biancheria a ogni cambio di cliente e almeno una volta a settimana, energia elettrica, acqua calda e fredda e riscaldamento;
-ogni camera deve avere un letto, una sedia e un comodino per persona, un armadio e un cestino rifiuti. Nella stessa stanza possono essere ospitate massimo 12 persone;
-gli impianti sportivi devono essere integrati nel contesto rurale, così come le piscine.

Per quanto riguarda l'accesso a persone diversamente abili, deve essere prevista alemno una camera che preveda l'abbattimento delle barriere architettoniche, così come l'accesso deve essere garantito per cucine e bagni.

La regione Lombardia concede anche finanziamenti
e incentivi per interventi sugli immobili e per l’acquisto/realizzazione di dotazioni e servizi da utilizzare per attività agrituristiche.
Possono fare domanda le imprese individuali, le società agricole e cooperative e le imprese associate, con una percentuale massima di sostegno del 40%.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu