Normative Agriturismo Calabria - Agriturismo Agriturismi Normative e Itinerari di Viaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

La regione Calabria


La legge che regola l'attività agrituristica della regione Calabria è la legge regionale n.14 del 30 aprile 2009.

Il primo passo da fare per chi vuole avviare un'attività agrituristica è l’iscrizione all’Elenco regionale degli operatori agrituristici.
Per ottenerla, è obbligatoria la frequenza ad un corso formativo di almeno 30 ore, composto da 20 ore di teoria e 10 ore di stage.
L'alternativa al corso è l'aver conseguito titoli di studio in discipline agrarie, forestali e turistico-alberghiere.
Sia alla fine del corso che alla presentazione dei titoli di studio, la regione Calabria rilascia un Certificato di abilitazione all’esercizio dell’attività agrituristica.

Si risulta iscritti all'Elenco regionale degli operatori agrituristici
solo se:
- si esercita l'attività agricola come imprenditore agricolo titolare di azienda da almeno 2 anni;
- si è coniuge o parente dell'imprenditore agricolo e si ha la qualità di coadiuvante familiare comprovata dall’iscrizione all’INPS ai sensi dell’articolo 230 bis del codice civile;
- si partecipa al corso formativo o si possiede titolo di studio idoneo.

Ottenuta l’iscrizione all’Elenco, l’imprenditore agrituristico può presentare al Comune di riferimento una dichiarazione di inizio attività
.

I documenti
da presentare sono:
- relazione dettagliata delle attività che si intende proporre, considerando solo quelle riconosciute idonee, indicando caratteristiche dell’azienda, degli edifici e delle aree da adibire ad uso agrituristico, la capacità ricettiva, i periodi di sospensione dell’attività agrituristica nell’arco dell’anno, il numero delle persone addette e il relativo rapporto con l’azienda agricola, il possesso della qualifica di imprenditore agricolo, un’autocertificazione relativa all’idoneità igienico-sanitaria degli immobili e dei locali da utilizzare, il certificato di iscrizione nell’elenco provinciale, l'atto di consenso del proprietario se l'azienda è guidata da un soggetto diverso dal proprietario del fondo.
L’attività agrituristica può cominciare solo dopo 30 giorni dalla data di presentazione della domanda al Comune di competenza.

Ogni regione ha poi caratteristiche diverse. Riguardo la regione Calabria
, ad esempio:
- può essere inclusa nelle attività arituristiche anche la "fattoria sociale", ossia includere tra le attività sociali anche quelle finalizzate a favorire il benessere e il reinserimento sociale di persone svantaggiate attraverso mansioni specifiche a contatto con l’ambiente rurale (art. 26 della legge regionale);
- gli agriturismi possono offrire al massimo 30 posti letto e 10 posti tenda o roulotte;
- il numero massimo dei posti tavola per pasto è fissato a 60 su media annua.

La Giunta regionale istituisce l’albo regionale per la tutela della qualità dell’attività agrituristica e l'autorizzazione all'esercizio
avviene in base a:

- qualità e tipicità delle strutture, analizzando lo stato di manutenzione e di conservazione, le caratteristiche costruttive e funzionali, i servizi connessi ed offerti;
- ubicazione dell’azienda in zone di particolare valore agricolo-forestale, ambientale e paesaggistico;
- stato di conduzione delle colture e degli allevamenti.


La domanda può essere presentata alla Giunta regionale entro il 31 marzo di ogni anno.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu