Agriturismo Agriturismi Normative e Itinerari di Viaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Agriturismi Valle d'Aosta

Valle d'Aosta: Aosta


La Valle d'Aosta è la più piccola regione d'Italia
, ma contiene tutti i paesaggi del territorio italiano, dalle vallate alle montagne con nevi perenni.
Il fondovalle è percorso dalla strada romana delle Gallie
che conserva, dopo 2000 anni, i principali resti monumentali, come il ponte di Pont Saint Marin, il tratto di Donnas e i muri di sostegno di Bard.
Per accedere al centro storico di Aosta si devono attraversare le monumentali Porte Pretoriane ed è possibile visitare, nella piazza della cattedrale, il suggestivo criptoportico, un lungo corridoio sotterraneo su cui poggiava anticamente il colonnato del foro.

La Valle d'Aosta ospita anche un monumento unico al mondo
: il ponte-acquedotto di Pondel, costruito da un privato, Caius Avillius Caimus, nel 3 a. C. Il fondovalle è punteggiato da torri di guardia e castelli, come quelli di Issogne (con la fontana del melograno in ferro battuto e gli affreschi rinascimentali), di Fenis (cinto da una doppia cinta muraria) e di Gressoney (costruito per la villeggiatura della regina Margherita).

Tra gli itinerari più belli
c'è quello alle mura romane e Borgo di Bard, con passeggiata al lago glaciale del Miage e salita al ghiacciaio omonimo, passeggiata al lago blu di Verra e visita della grande morena e, infine, escursione al ghiacciaio del Rutor sopra il rifugio Deffeyes o a quello del Gran Paradiso sopra il rifugio Vittorio Emanuele.

Fanno parte dell'archeologia romana
, la strada delle Gallie, il ponte di Pont Saint Martin, il tratto scavato nella roccia di Donnas, il grande muro di sostegno di Bard, il ponte di Pietra, l'Arco di Augusto, le Porte Pretoriane, il Teatro, il suggestivo Criptoportico.

Tra i parchi più belli d'Italia, ricordiamo il parco nazionale del Gran Paradiso
, il parco del Mont Avic e i geositi della Valle d'Aosta.

Mete imperdibili per gli amanti della natura sono le cave di marmo verde abbandonate di Châtillon, il vallone di San Grato e il villaggio di Borine, gli ipogei e le macine della Valmeriana, l'acqua verde di Saint Marcel, il menhir di Celtica nella foresta del Peuterey, il santuario di Cunéy, il museo etnografico di Triatel e il Museo dell'Artigianato Valdostano.

ITINERARIO CON FOTO INVIATO DA FRANCA DI AOSTA



 
Torna ai contenuti | Torna al menu